Bancaria n. 3/2024


Mensile dell'Associazione Bancaria Italiana

Editore
Bancaria Editrice
Anno
2024
Disponibilità
In uscita
Prezzo Copertina € 15,00
IVA assolta dall'editore

CONTRIBUTI - Per una tassazione del risparmio equa ed efficiente / A fair and efficient taxation of savings in Italy
Promuovere un percorso di sviluppo sostenibile e duraturo costituisce una sfida importante per l'Italia. Gli investimenti sono un fattore essenziale per la domanda aggregata e per l'infrastruttura produttiva. Investimenti sufficienti per una stabile ed equilibrata crescita necessitano di risparmio che deve essere opportunamente incanalato. La leva fiscale rappresenta un valido strumento di stimolo e indirizzo. Finché non vi sarà un'unione europea anche fiscale, l'Italia dovrà essere più competitiva nell'attrarre risorse, riducendo la burocrazia e la pressione delle imposte sugli investimenti stabili e non speculativi. Agevolare l'afflusso del risparmio a investimenti di medio-lungo periodo può giocare un ruolo determinante nel tracciare il sentiero di crescita. Questo lavoro, partendo da un'analisi del risparmio come fattore di competitività, ne descrive l'attuale trattamento fiscale in Italia e lo confronta con i principali paesi Ue, per giungere a una proposta che incentivi un suo investimento durevole nelle iniziative produttive delle imprese di ogni dimensione.

Promoting a path of sustainable and lasting growth is a major challenge for Italy. Investments are an essential factor for aggregate demand and productive infrastructure. They require savings, which must be properly channelled. The tax lever is a valid tool for stimulus and direction. As long as there is no European fiscal union, Italy will have to be very competitive in attracting resources, reducing bureaucracy and tax pressure on stable and non-speculative investments. Facilitating the flow of savings to medium- to long-term investments can play a decisive role in charting the growth path. This work, starting from an analysis of savings as a factor of competitiveness, describes its current tax treatment in Italy and compares it with the main Eu countries, to arrive at a proposal that encourages its lasting investment in the productive initiatives of companies of all sizes.
CONTRIBUTI - Un indice globale di solidità bancaria per le banche europee / A financial soundness index for European banks
In questo articolo presentiamo un Indice globale di solidità bancaria che si propone di sintetizzare in un unico valore i diversi indicatori di performance dell'attività bancaria. L'evoluzione dell'indice mostra che negli ultimi anni sono notevolmente migliorate le condizioni di solidità delle banche significative, sia a livello del complesso dell'Area dell'euro sia nei quattro principali paesi (Francia, Germania, Italia e Spagna): a partire dal 2021 tutti i settori bancari considerati presentano condizioni di solidità superiori alla media storica dell'Area dell'euro. Spicca la performance delle banche in Italia che, partite da valori inferiori alla media, si trovano oggi a occupare la posizione di vertice nella classifica di solidità. Inoltre, in termini aggregati e nel periodo considerato, la solidità globale delle banche meno significative presenta valori superiori sia alla media storica dell'Area dell'euro sia ai valori delle banche significative.

In this article we present an Index of financial soundness that summarizes the various performance indicators of the banking activity in a single value. The evolution of the index shows that the solidity of significant banks has improved considerably in recent years, both at the level of the eurozone as a whole and in the four most important countries (France, Germany, Italy and Spain): starting from 2021 all the banking sectors considered present conditions of solidity above the historical average of the euro area. Within this framework, the performance of the banks in Italy stands out. Even though they started from values lower than the euro area average and the average of the other main national banking sectors, currently they stand at the top of the solidity ranking of the sector. Furthermore, in aggregate terms and during the analysed period, the global solidity of the so-called less significant banks presents values higher than the historical average of the euro area and higher than the corresponding values of the significant banks.
CONTRIBUTI - Un progetto di educazione finanziaria e la consapevolezza, conoscenza e fiducia dei giovani / A Financial Education project and the awareness, knowledge and confidence of young people
Il presente studio esamina l'impatto del progetto di educazione finanziaria «Una bella educazione» su dei giovani studenti di scuole secondarie di secondo ordine. Il lavoro mette in luce come l'educazione finanziaria possa migliorare significativamente la conoscenza e la fiducia dei giovani nel settore bancario e finanziario. I risultati mostrano un aumento della fiducia nelle banche, una maggiore autovalutazione delle conoscenze finanziarie e miglioramenti notevoli nella comprensione di concetti specifici come la matematica finanziaria, il credito cooperativo e il gioco d'azzardo. Questi risultati indicano come un approccio formativo ben strutturato possa avere un effetto positivo sulle conoscenze e competenze finanziarie dei giovani, aumentando la loro capacità di gestire le questioni finanziarie in modo più informato ed efficace.

This study examines the impact of the Financial Education project «A Beautiful Education» on young secondary school students in Italy. The paper highlights how Financial Education can significantly improve young people's knowledge and trust in the banking and financial industry. The results show an increase in trust in banks, a greater self-assessment of financial knowledge and significant improvements in the understanding of specific concepts such as financial mathematics, cooperative credit, and gambling. These results underline how a well-structured training approach can have a positive effect on young people's financial knowledge and skills, increasing their capacity to manage financial matters in a more informed and effective way.
CONTRIBUTI - Il legal design nei contratti bancari e finanziari / New Technologies and Legal design in Banking and Financial contracts
L'evoluzione della normativa di tutela dei clienti, soprattutto se consumatori, e la modifica delle modalità con quali i clienti stessi si interfacciano con i fornitori di beni e servizi derivante dall'applicazione delle nuove tecnologie hanno reso più urgente la necessità di redigere in modo più semplice e comprensibile i contratti e i documenti informativi precontrattuali. Nella stessa direzione spinge l'esigenza di migliorare il rapporto con la clientela e ridurre il rischio di contenzioso. Il legal design è uno strumento utile al perseguimento di queste finalità a condizione di verificare la conformità alla normativa e la «tenuta» in giudizio dei documenti redatti applicando le sue metodologie. L'articolo riferisce l'esito di alcune riflessioni sul tema, con particolare riferimento ai contratti disciplinati dal Titolo VI del Testo unico bancario.

The evolution of legislation protecting customers, especially consumers, and the change in the way customers interface with suppliers of goods and services resulting from the application of new technologies have made the need to draft contracts and pre-contractual information documents in a simpler and more comprehensible manner more urgent. In the same direction pushes the need to improve customer relations and reduce the risk of litigation. Legal design is a useful tool in the pursuit of these aims, provided that the regulatory compliance and «resistance» in court of documents drafted by applying its methodologies are assessed. The article reports the outcome of some reflections on the subject, with particular reference to contracts governed by Title VI of the Italian Consolidated Banking Law.
FORUM - La relazione tra qualità e crescita nel mercato italiano dei fondi pensione aperti / The relationship between quality and growth in the Italian open-ended Pension Fund market
Il presente articolo si pone l'obiettivo di verificare se la qualità dei fondi pensione aperti italiani, desunta dalle informazioni su performance e costi contenute nei prospetti informativi, sia in grado di influenzare la capacità di attrarre aderenti e flussi di raccolta. I risultati evidenziano come le performance annuali e i costi siano ininfluenti ai fini dell'attrazione di aderenti. Altre variabili, quali la dimensione dei fondi e la forza di mercato dello sponsor, sono invece in grado di spiegare una quota significativa della crescita dei diversi fondi. Sebbene l'incidenza di tali fattori sia diminuita dopo le disposizioni del regolamento europeo n. 1286/2014 sui Priips, essi continuano a essere dominanti. Tali risultati suggeriscono l'opportunità di una ulteriore revisione del set di informazioni nei prospetti al fine di favorire la comparazione tra prodotti concorrenti e di accrescere l'efficacia informativa dei benchmark. Tale sforzo andrebbe supportato da interventi di educazione previdenziale, mirati ad accrescere la sensibilità e la consapevolezza degli strumenti a disposizione per favorire scelte informate.

This article aims to verify whether the quality of open-ended Italian Pension Funds, taken from the informations on performance and costs contained in the prospectuses, is able to influence the ability to attract members and investment flows. The results show that the annual performance and costs are irrelevant for the purpose of attracting adherents. Other variables, such as the size of the funds and the market strength of the sponsor, can explain a significant share of the growth of the different funds. Although the incidence of these factors has decreased since the European Regulation of 2014 on Priips, they continue to be dominant. These results suggest the opportunity for a further revision of the set of information in the prospectuses in order to facilitate comparisons between competing products and to increase the information effectiveness of the benchmarks. This effort should be supported by Educational actions, aimed at increasing sensitivity and awareness of the tools available to encourage informed choices.
TEMI LEGALI - Le banche italiane e il contenzioso climatico / Italian banks and climate litigation
Gli ultimi anni hanno visto una progressiva attenzione verso il contenzioso sui temi climatici, che pone interessanti questioni di ordine giuridico allo scopo di individuare confini e strumenti su cui può fondarsi una responsabilità delle imprese per i cambiamenti climatici. La sfida è quella di tradurre – in termini e categorie proprie del nostro diritto – una materia complessa e regolata essenzialmente da fonti sovranazionali, anche di soft law. Per valutare se si è in presenza di una fattispecie di contenzioso climatico, è necessaria la ricorrenza di due condizioni: il caso è portato dinanzi a un organo giurisdizionale; il caso solleva una rilevante questione, di diritto o di fatto, riguardante la scienza del cambiamento climatico. Un insieme complementare – parimenti mappato come contenzioso climatico – è costituito dalle richieste di risarcimento relative ad azioni giustificate dal clima, in particolare delle pratiche di greenwashing.

Recent years have seen a progressive focus on climate litigation, which raises interesting legal issues, in order to identify boundaries and tools on which corporate liability for climate change can be based. The challenge is to transfer into the Italian legal categories a complex matter, which is essentially regulated by supranational sources, including soft law. In order to assess whether there is a case of climate litigation, two conditions must be met: the case is brought before a court; the case raises a relevant question, of law or fact, concerning the science of climate change. A complementary set – also mapped as climate litigation – is made up of claims related to climate-justified actions, in particular, greenwashing practices.
CREDITO E IMPRESE - Imprese in rete e Finanza alternativa: le emissioni di minibond / Networked businesses and Alternative finance: the issue of minibonds in Italy
La ricerca si propone di verificare la diffusione dei minibond presso le imprese che aderiscono a una rete e analizzare le caratteristiche e le peculiarità dei titoli emessi da tali imprese. In particolare, si intende accertare se esiste una relazione fra emissione di minibond e appartenenza alla rete, cioè se i titoli sono emessi per finanziare gli investimenti destinati alla realizzazione del programma comune previsto dal contratto di rete, sia a livello di singola impresa, sia a livello di rete, attraverso operazioni di sistema (basket bond, pluribond).

A new research aims to verify the diffusion of minibonds among Italian firms participating in a network and to analyse the characteristics and peculiarities of the securities issued by the companies in the network. We try to ascertain whether there is a relationship between the issuance of minibonds and membership of the network, i.e. if the securities are issued to finance investments intended for the implementation of the common programme provided for in the network contract, both at the level of the individual company and at the level of the network, through system operations (e.g basket bonds).
TECNOLOGIE - Explainable Artificial Intelligence, l'opportunità mancante per l'antiriciclaggio? / Explainable Artificial Intelligence, the missing opportunity for Aml?
L'applicazione dell'intelligenza artificiale in ambito antiriciclaggio può offrire vantaggi significativi, ma presenta sfide legate alla qualità dei dati, alle normative in evoluzione, all'apprendimento continuo degli algoritmi, alla tutela dei diritti fondamentali, oltre alla necessità di rendere comprensibili e trasparenti i processi logici utilizzati che concorrono alle decisioni. L'Explainable Artificial Intelligence, nell'affrontare il tema della spiegabilità degli algoritmi di Ia, avvia le riflessioni su nuove ipotesi applicative di maggio conformità.

The application of artificial intelligence in Aml can offer significant benefits, but also presents challenges related to data quality, evolving regulations, continuous learning of algorithms, protection of fundamental rights, as well as the need to make the logical processes used to make decisions understandable and transparent. Explainable Artificial Intelligence, by addressing the explicability of Ia algorithms, initiates thinking about new application hypotheses for better compliance.
FINANZA E RISPARMIO - Il regolamento Consob sull'emissione e circolazione in forma digitale di strumenti finanziari / Consob regulation on the issuance and circulation of financial instruments in digital form
Questo articolo illustra lo stato dell'arte dell'evoluzione normativa italiana in relazione all'emissione e circolazione di strumenti finanziari in forma digitale, concentrandosi sulla disciplina secondaria adottata dalla Consob nel dicembre 2023. Si tratta del più recente tassello del processo che ha portato all'introduzione della possibilità di far ricorso alle tecnologie di tipo Dlt ai fini dell'emissione e circolazione di strumenti finanziari in un quadro di certezza del diritto anche nell'ordinamento italiano, nonché del primo atto di esercizio dell'ampia potestà regolamentare conferita alla Consob dal decreto FinTech con cui si consente di dare avvio concreto all'operatività del nuovo regime. La consultazione che ne ha preceduto l'adozione ha già fatto emergere, d'altra parte, talune istanze di intervento futuro.

This article illustrates the state of the art of the evolution of Italian regulation of issuance and circulation of Financial instruments in Digital form, focusing on the secondary discipline adopted by Consob in December 2023. This is the most recent part of the process that led to the introduction of the possibility of using DltT-type technologies for the purpose of issuing and transferring financial instruments in a framework of legal certainty also in the Italian legal system, as well as the first act of exercise of the broad regulatory power conferred by the recent FinTech law. Its adoption triggers the concrete start of the new regime. The consultation held by Consob has already raised several requests for future action.
FINANZA E RISPARMIO - I costi dei prodotti di investimento: un'analisi del mercato primario dei certificati di investimento / The Costs of Investment Products: an analysis of the Primary Market for Investment Certificates in Italy
Questo articolo punta a misurare i costi dei certificati di investimento per un investitore al dettaglio, con riferimento al mercato primario italiano nel 2021 e nel 2022. Dopo un'introduzione sul mercato dei certificati di investimento, esaminiamo il quadro regolamentare relativo alla disclosure dei costi. Infine sono presentati i risultati di una ricerca condotta sui dati forniti dagli emittenti associati ad Acepi. L'obiettivo è quello di contribuire ad aumentare la conoscenza di un aspetto fondamentale di questi prodotti, un profilo al quale gli intermediari finanziari (emittenti e distributori), le Autorità di vigilanza e gli stessi investitori attribuiscono una importanza crescente, in ottica di efficienza dell'investimento.

This article aims to measure the costs of Investment certificates for a retail investor in the Italian primary market in 2021 and 2022. We analyze the market of Investment certificates, then we examine the regulatory framework regarding cost disclosure. Finally, the results of a research conducted on the data provided by the issuers are presented. The aim is to contribute to an increasing knowledge of a fundamental aspect of these products, a profile to which financial intermediaries (issuers and distributors), supervisory authorities and investors attach increasing importance, with a view to investment efficiency.