L’integrazione dei fattori di rischio ESG nelle banche LSI -I passaggi necessari, gli impatti e le prospettive


Giornate Formative

In sintesi

Evoluzione del framework normativo e del contesto di mercato sui temi ESG: impatti sul processo di risk management, sul ruolo del Risk e sui modelli di misurazione dei nuovi fattori di rischio.

Data
10/11 maggio 2022
Sede

Aula virtuale, attraverso piattaforma dedicata, con possibilità di interazione real time con i docenti

Anno
2022
Richiedi informazioni

Prima giornata
INTEGRAZIONE DEI FATTORI ESG NEGLI ASSET DI GOVERNO, STRATEGIE E PROCESSI
10/05/2022
10/05/2022
Seconda giornata
INTEGRAZIONE DEI FATTORI ESG NEL FRAMEWORK RISK MANAGEMENT
11/05/2022
11/05/2022
*Prezzo associato ABI
Presentazione

Se è vero che la consapevolezza circa l’importanza strategica delle tematiche ESG è ormai uniformemente diffusa presso il sistema creditizio, nondimeno la loro concreta introduzione nei processi produttivi del settore appare, oggi, ancora eterogenea e frammentata.

Da una prima ricognizione dello stato di avanzamento dei lavori sui temi ESG presso le banche significant, scaturita dagli assessment effettuati nel 2021 è emerso che l’adeguamento alle Linee guida pubblicate dalla BCE alla fine del 2020 è in stato di avanzamento.

Ciò è vero anche per quelle declinazioni del paradigma ESG, come il rischio climatico, dove l’opera di persuasione svolta dalle autorità di vigilanza è divenuta, negli ultimi anni, più particolareggiata e incisiva.

D’altronde le novità normative in quest’ambito sottolineano quanto il tema sia sempre più al centro dell’attenzione dei regolatori e dei supervisori: l’ 8 aprile 2022 la Banca d'Italia, in linea con analoghe iniziative della BCE e di altre autorità di vigilanza nazionali, ha elaborato un primo insieme di aspettative di vigilanza sull'integrazione dei rischi climatici e ambientali nelle strategie aziendali, nei sistemi di governo, controllo e gestione dei rischi e nella informativa al mercato degli intermediari vigilati.

La BCE ha inoltre recentemente pubblicato una lettera indirizzata al Parlamento Europeo, in cui dichiara che il ciclo SREP 2022 sarà caratterizzato da diverse iniziative chiave che rafforzeranno ulteriormente la vigilanza sui rischi climatici e ambientali.

ABIFormazione propone due giornate formative che vogliono rispondere alle seguenti domande, grazie al confronto con la Banca d'Italia, con le istituzioni e i principali player di settore:

  • Come individuare i fattori di rischio ESG?
  • Come organizzare assetti di governace, strategie e impianto organizzativo?
  • Come evolvere il framework di risk management alla luce dell’introduzione dei fattori di rischio ESG?
  • Come integrare i fattori di rischio climatici e ambientali nel RAF?
  • Quali modelli e processi per valutare e gestire l’impatto dei fattori ESG su tutti i rischi bancari?
  • Quale rapporto tra fattori ESG e rischio di credito?
  • Quali impatti sulle credit strategies?

Barbara Mottola
b.mottola@abi.it
06.6767.771