Antiriciclaggio: novità, impatti e prospettive - Seminario annuale


In sintesi

Con un pacchetto di quattro proposte legislative, la Commissione europea ha avviato la revisione dell’intero quadro normativo e istituzionale antiriciclaggio all’interno dell’Unione Europea. All’orizzonte un corpus unico per tutti gli Stati membri con disposizioni più specifiche sull’adeguata verifica della clientela, sulla titolarità effettiva e le persone politicamente esposte, sull’abuso di strumenti al portatore e tetto massimo per i contanti. Una nuova autorità dell’Unione accentrerà la vigilanza Antiriciclaggio e rafforzerà la cooperazione tra le UIF. A questo scenario si aggiunge l’attuale situazione economica e geopolitica internazionale che   assume particolare rilevanza ai fini antiriciclaggio in relazione alle recenti evoluzioni in materia di sanzioni internazionali verso la Russia e la Bielorussia che incidono sull’operatività degli intermediari.

Questi sono solo alcuni dei temi al centro del consueto appuntamento annuale sull’antiriciclaggio organizzato in collaborazione con gli Esperti dell’ABI - in presenza nelle sedi di Roma e Milano, su richiesta anche in aula virtuale - per favorire il confronto con le Autorità, le Istituzioni e con gli esperti nazionali in materia al fine di fornire utili strumenti conoscitivi ed interpretativi sulle novità, gli impatti e le prospettive della disciplina in esame.

Data
5/6 luglio 2022
Sede

Roma, Scuderie di Palazzo Altieri, Via di Santo Stefano del Cacco 1

Milano, SpazioPola, Via Pola 9

Aula virtuale

Anno
2022
Richiedi informazioni

Presentazione

Continua a evolvere la normativa per il contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo con l’obiettivo di fronteggiare nuovi rischi ai quali il sistema Paese si trova costantemente esposto per effetto della trasformazione dei mercati, dell’evoluzione dell’operatività della clientela e dell’utilizzo di nuovi schemi operativi da parte della criminalità organizzata.

Con un pacchetto di quattro proposte legislative, la Commissione europea ha avviato la revisione dell’intero quadro normativo e istituzionale antiriciclaggio all’interno dell’Unione Europea. All’orizzonte un corpus unico per tutti gli Stati membri con disposizioni più specifiche sull’adeguata verifica della clientela, sulla titolarità effettiva e le persone politicamente esposte, sull’abuso di strumenti al portatore e tetto massimo per i contanti. Una nuova autorità dell’Unione accentrerà la vigilanza Antiriciclaggio e rafforzerà la cooperazione tra le UIF.

A questo scenario si aggiunge l’attuale situazione economica e geopolitica internazionale che assume particolare rilevanza ai fini antiriciclaggio in relazione alle recenti evoluzioni in materia di sanzioni internazionali verso la Russia e la Bielorussia che incidono sull’operatività degli intermediari.

Questi sono solo alcuni dei temi al centro del consueto appuntamento annuale sull’antiriciclaggio organizzato in collaborazione con gli Esperti dell’ABI – in presenza nelle sedi di Roma e Milano, su richiesta anche in aula virtuale - perfavorire il confronto con le Autorità, le Istituzioni e con gli esperti nazionali in materia al fine di fornire utili strumenti conoscitivi ed interpretativi sulle novità, gli impatti e le prospettive della disciplina in esame.

Elisabetta Anichini
e.anichini@abiformazione.it
06.6767.251
Raffaella Delcogliano
r.delcogliano@abiformazione.it
06.6767.9175